MARCIA SILENZIOSA

Il giorno 16 novembre 2016  la Fondazione “Silvia Ruotolo – tutto ciò che unisce e tutto ciò che libera” ha organizzato un corteo che è partito da Piazza Vanvitelli per giungere fino a Piazza Medaglie d'oro.
In rappresentanza del Giustino Fortunato di Napoli hanno partecipato le classi VD e III BT.
Tra i vari interventi delle associazioni Polis e Libera anche quello della docente Margherita Mangini, la quale è intervenuta sul palco con il figlio di Silvia Ruotolo Francesco,  incitando tutti i cittadini a svolgere attività sociali per risollevare il nome della piazza in nome di Silvia.
Lo studente Marco Esposto in rappresentanza Dell'ISIS Fortunato, insieme agli allievi di  altri Istituti, ha contribuito ad affiggere la targa commemorativa precedentemente rimossa.

In seguito agli atti vandalici verificatesi nella notte del 1-2 novembre, ai danni dei Giardini siti in Piazza Medaglie d'oro dedicati alla memoria di Silvia Ruotolo, la Fondazione a Lei dedicata ha deciso di rispondere alla pavidità di chi agisce di notte e offende la memoria degli innocenti  mettendoci la faccia, marciando insieme e alzando  forte un coro di speranza e di esplicito  e coraggioso NO all'agire mafioso.
Ad aderire al corteo e a camminare insieme alla Fondazione Silvia Ruotolo: l'Associazione Libera. Nomi e numeri contro le mafie, la rete “Un Popolo in Cammino”, la Fondazione Pol.i.s, Il presidio di Libera Vomero - Arenella, l'Associazione antiracket Vomero-Arenella “Maurizio Estate”, la F.A.I, il Coordinamento Campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità, la Cooperativa Ottavia, il Comitato don Peppe Diana, la Redazione Informare “Silvia Ruotolo”, la V Municipalità, l'associazione Terra di Confine.

Galleria Foto